Alla scoperta della Carbossiterapia Estetica

carbossiterapia-sosestetica

Carbossiterapia estetica

Nonostante la carbossiterapia sia una tecnica ormai affermata in diversi ambiti medici, la sua introduzione nella medicina estetica è abbastanza recente. In tale ambito, infatti, sono stati messi in luce gli effetti positivi di questa terapia nel trattamento di alcune patologie e inestetismi cutanei: riduzione della cellulite e della buccia d’arancia, alcuni problemi vascolari, linfoedemi e adiposità localizzate.

Carbossiterapia: indicazioni generali

Tale tecnica estetica consiste nella somministrazione terapeutica, intradermica e sottocutanea, dell’anidride carbonica a livello gassoso. Come le altre terapie di medicina estetica, la carbossiterapia deve essere effettuata soltanto da medici estetici specializzati e con esperienza che utilizzano macchinari riconosciuti dal Ministero della Salute. Soltanto i macchinari riconosciuti, infatti, sono in grado di garantire la sicurezza e l’igiene necessaria al buon esito della carbossiterapia. Nonostante l’anidride carbonica sia una sostanza prodotta naturalmente dalle cellule che, quindi, non produce danni all’organismo, la carbossiterapia non è adatta a tutti. Il medico estetico che effettua il trattamento, infatti, attraverso l’anamnesi e lo stato di salute del paziente, saprà decidere la soluzione migliore per lui magari proponendogli trattamenti alternativi.

In cosa consiste il trattamento

In base all’area da trattare, il medico estetico pratica alcune iniezioni di anidride carbonica che hanno la funzione di dilatare i vasi sanguigni e aumentare l’ossigenazione delle cellule. L’anidride carbonica tende, quindi, a eliminare le cellule adipose e l’ossigeno riduce la quantità di liquidi che esse generano. La concentrazione delle sostanze utilizzate è stabilita dal medico estetico in base al problema presentato dal paziente e al suo tipo di pelle. Le iniezioni sono completamente indolori perché l’ago utilizzato è molto piccolo: non è necessaria, quindi, l’anestesia e il paziente può tornare a casa subito dopo il trattamento. Generalmente la durata di ogni singola seduta di carbossiterapia è di 15/30 minuti circa e la loro frequenza è solitamente settimanale. Il ciclo completo dei trattamenti dipende dal tipo di problema esposto dal paziente e mediamente è composto da 10/15 sedute.

carbossiterapia_sosestetica

Costi e risultati della carbossiterapia

I risultati iniziano a essere evidenti già dopo le prime 5-6 sedute ma per consentire all’organismo di mantenere i risultati ottenuti è necessario completare l’intero ciclo. I risultati ottenuti in un solo ciclo di carbossiterapia sono abbastanza durevoli nel tempo e visibili almeno fino a 6/7 mesi dopo il trattamento. Tale trattamento, inoltre, consente di avere buoni risultati anche sulle adiposità localizzate sulle quali gli altri interventi estetici non hanno avuto successo. Per migliorarne maggiormente l’effetto, essa può essere associata anche ad altri trattamenti estetici (pressoterapia, linfodrenaggio, ecc). I costi generalmente variano in base alla quantità delle sedute necessarie e alla competenza del medico estetico scelto. Possono essere decisi, quindi, prezzi a pacchetto che tengono conto dell’intero ciclo di sedute, o prezzi singoli, a seduta. Generalmente, comunque, ogni seduta ha un prezzo di base pari a 100/120 € che tende ad aumentare in base all’ampiezza dell’area da trattare.

 

fonte: http://www.chirurgiaplasticaemedicinaestetica.it/carbossiterapia.php

Potrebbero Interessarti